15 49.0138 8.38624 arrow 0 arrow 1 4000 1 0 horizontal http://www.imore.it/rivista 300
  • 2 giugno 2020
    Moda, parola d’ordine: RICABLARE
    Lo scenario è drammatico, ma per il settore della moda può essere anche l’occasione per riscrivere il suo futuro attraverso nuove strategie e innovazioni tecnologiche, condividendo sforzi, dati e metodi.  Business of Fashion e McKinsey hanno aggiornato l’annuale report “The State of Fashion” alla luce della crisi umanitaria e finanziaria provocata dalla pandemia, delineando i...
  • 15 aprile 2020
    Moda, alla ricerca del Museo che non c’è
    Tra le numerose iatture provocate dall’emergenza Covid-19 vi è anche quella di non permetterci di visitare, se non virtualmente, i meravigliosi musei di cui il nostro Paese è ricco, né le innumerevoli mostre che ovunque in primavera sbocciano come fiori. Si prenda ad esempio la squisita rassegna “Memos” (sottotitolo: “A proposito della moda in questo...
  • 10 aprile 2020
    La luce -e non solo- nella collezione di Tiziano Guardini per l’A/I 2020-21
    È trascorso poco più di un mese dall’ultima settimana milanese della moda che ha annunciato le tendenze per il prossimo autunno/inverno 2020/21. Poco più di un mese. Sembra un’eternità. L’inverno passato, con le sue rassicuranti giornate sciorinate tra corse forsennate e impegni inderogabili. L’inverno futuro, con le sue lunghissime e nebulose ombre nelle quali si...
  • 9 aprile 2020
    L’ombra sotto la tela
    Conobbi Carla casualmente, al telefono, domandando del fratello. Tino Aroldi, il celebre pittore, non era molto in là con gli anni, ma già non parlava più: il trigemino lo faceva impazzire dal dolore, contraendogli il viso in una smorfia terrificante. Viveva ritirato in casa con la sorella, entrambi non sposati, in una bella palazzina liberty...
  • 7 aprile 2020
    VAN GOGH: 167 anni di oro puro e blu oltremare
    Il 30 marzo 1853 nasceva Vincent van Gogh l’artista che più di ogni altro ha dato spirito alle ombre e temperamento al colore. Il suo giallo cromo e il suo blu cobalto sono l’espressione più ardita e forte del terribile e del sublime.